Il dado non è affatto tratto

Lascia un commento

26 febbraio 2013 di ilpolirico

Eccoci qua nel giorno post elezioni, tra mille perplessità e forse ancor più incasinati di prima. Eh si, perchè volete dirmi che questo è un quadro politico che ha una logica? Ma neanche per il cazzo! Siamo di fronte al mappazzone politico più allucinante di sempre. Il contestatissimo, però mai toccato porcellum, stavolta salva il PD. Però sia ben chiaro che vince alla Camera per uno sputo di voti. Per essere più precisi, Arezzo(140.000). Il Senato sarà un’incognita ogni giorno e l’unica cosa che regnerà sovrana, sarà l’instabilità. Boom 5stelle che, colazioni a parte, è la prima forza politica del paese. Il Pdl ringrazia i “partitini.” Mai questo paese fu più diviso di oggi sconfortati (e)lettori. Mentre si spogliano le ultime sezioni delle Regioni, immagino Bersani in cerca di una metafora delle sue per convincere il popolo italico che no, non siamo mica in un mare di merda. Magari merda Bersani, qui si nuota nel cianuro! Comunque c’è da dire che anche Monti come Grillo ha fatto il botto. Si si, dal terzo pieno di testa però. La campagna elettorale “adottacani” non ha dato i frutti sperati. Neanche trovarsi in ogni tv e in ogni radio del paese, c’è chi dice anche contemporaneamente, è servito a molto. Cazzo stava da per tutto. Come niente quando lasciava un talk show, ti giravi, e te lo ritrovavi seduto accanto in salotto. La cosiddetta campagna elettorale ad familiam. Non mi sento di parlare dell’inutilità politica di Giannino e Ingroia. Sarebbe come parlare di un gruppo di formiche che tentano di abbattere la muraglia cinese. Ma dove minchia pensavate di andare? Ingroia tornerà in Guatemala a farsi una capirinha, Giannino a fare lo stilista immagino. Dai! quei vestiti non può che disegnarseli da solo. L’Europa in tutto questo casino è più preoccupata di noi, non capisco, ma davvero siamo così importanti, sarà. La parola che sento pronunciare di più in questi giorni è ingovernabilità. Sarà pure la situazione elettorale, ma penso che molte di queste simpatiche canaglie, anche con una maggioranza spropositata, sappiano cosa vuol dire governare un paese, quanto io ne so di fisica quantistica. Prego solo tutti i santi che non si torni a votare. Io un giorno in più di campagna elettorale non lo reggo, è una questione mentale. Non riuscirei a sopportare altri cartelloni raffiguranti la Meloni che sembra la madonna con scritto “senza paura” Meloni, altro che senza paura, senza voti. E poi ancora  Berlusconi in tv, sai che due maroni?! Ecco… ho detto Maroni. Colui che probabilmente governerà la regione Lombardia. Ma cazzo, è come lasciare le tue chiavi di casa al nuovo capo di una banda di ladri che ti hanno svaligiato casa lo scorso anno. Ma sei stronzo o cosa? Insomma ingovernabili lettori, più sfiancato di quando ci si trovava in campagna elettorale, vi saluto e vi do appuntamento alla prossima settimana. Sperando di potervi parlare di un governo che assomigli più a un bel brodo caldo, che a un minestrone con merda di vacca e bava di lama!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Segui la Polirica!

Segui assieme ad altri 274 follower

The Versatile Blogger

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: