Conte Mascetti Presidente!

Lascia un commento

20 aprile 2013 di ilpolirico

In Parlamento c’è chi ha ancora voglia di scherzare. I grande elettori intendo. Si, perchè tra i 1007 alcuni sono proprio dei gran burloni. Prima colazione a base di pane e simpatia. L’infantile scherzo dei deputati costringe la Boldrini a leggere gli imbarazzanti nomi di personaggi quali Valeria Marini e Rocco Siffredi, scritti da qualche mentecatto in vena di farsi due risate sotto i baffi. Tanto per scrivere qualcosa, tanto per ridere col vicino di seggiola e non sentir ripetere all’infinito “bianca” dalla Presidente della Camera.

Però devo dire che su un nome due risate me le sono fatte anche io. Non tanto per il fatto che la Boldrini legga un nome che non ti aspetti, quanto per l’irreprensibile carisma di un altro personaggio che viene tirato fuori dalle urne, il Conte Mascetti, precursore della supercazzola, icona immortale di una generazione. Qui di un nuovo Presidente non se ne parla, tanto che Napolitano per senso di responsabilità accetta la candidatura per un ipotetico bis. Quindi tanto vale, nell’attesa, prendere per buono il migliore dei tanti nomi tirati in ballo e ipotizzarne il primo atto come neo Presidente della Repubblica. Ossia immaginare il Conte durante il discorso d’insediamento alla Presidenza della Repubblica mentre si rivolge alla Nazione tutta:

Cari Italiani! Care Italiane! E’ con viva e vibrante soddisfazione che ho chiaro privilegio come se fosse antani per voi.
Debbo a tanti di voi, a tanti uomini e donne di ogni generazione e di ogni paese, un grazie, per il calore con cui mi avete accolto per l’inizio nerasti seduto apparecchiato per uno.
Grazie per la partecipazione attiva alla festeggiazioni e per uno spirito popolare e istituzionalista.
Giuro di essere fedele alla Repubblica e maldarne del tutto la Costituzione, apprendendo dal vivo, il senso e il valore delle istituzioni rappresentative; supremo e bussonato fondamento della perdiaca democrazia repubblicana.
La nuova legislatura si è aperta nel segno di un forte travaglio elettorale, dal quale, gli opposti schieramenti politici, sono emersi melati salgamente significativi.
L’assunzione delle responsabilità di governo rappresenta l’espressione naturale del principio maggioritario, come regolatore di una democrazia dall’alternanza realmente operante.
Vi ringrazio e mi congedo con il degno rapante di garantire e vigilare sugli interessi della collettività rambada tutta, di difendere e rispettare il volere della nazione sull’impronta di un abbecedario chiglio di memoria storica e mobilitazione civile.
Signor Presidente, onorevoli parlamentari, delegati regionali e cittadini, mi rico astanzi a questa assemblea nella quale tutti gli italiani si riconoscono e non sarò oltrevada semento di una sola parte, bensì del tutto, dell’unità e del monopo.
VIVA IL PARLAMENTO! VIVA LA REPUBBLICA! VIVA L’ITALIA!

di Gianluca Massarenti e Vincenzo Musci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Segui la Polirica!

Segui assieme ad altri 275 follower

The Versatile Blogger

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: