Lettera al PD

2

21 aprile 2013 di ilpolirico

Trovo lecito scrivervi una lettera esimi vertici del PD, per comunicarvi il mio dissenso e il mio disgusto di fronte a comportamenti istituzionali così bassi. Soprattutto tenendo in considerazione che da quando votai alle primarie che videro trionfare Bersani, essendomi registrato a “PrimarieBeneComune”, mi avete tartassato di email firmate dal vostro leader durante tutto il periodo elettorale. Per spiegarmi quanto foste decisi a ripartire da un nuovo inizio ed aprire le braccia di fronte al cambiamento e il rinnovamento che il popolo italiano auspicava ormai da tempo. Insomma questa fu più o meno la vostra scialba e priva di passione campagna elettorale. Mandare una email a 4 ml di coglioni che hanno fatto la fila una domenica mattina con due euro in mano. Ecco, io ero uno di quei coglioni, l’unica differenza è che invece di darvi due euro, vi ho simpaticamente lasciato 500 Lire. Dopo una tristissima campagna elettorale, eravate i teorici vincitori della competizione e in pratica gli sconfitti numero uno. In preda alla strizza, visto il boom a 5stelle, da voi snobbato e visto come un fuoco di paglia, e della rinascita del Cavaliere, in fretta e furia avete capito di dover pur fare qualcosa e avete stilato e preparato gli 8 punti. L’unico partito al mondo che presenta il programma dopo le elezioni. E’ come infilarsi il preservativo solo dopo aver consumato l’atto, inutile, scomodo e sa molta di presa per il culo. Pensavate così di poter convincere Grillo a votarvi la fiducia. Otto punticini messi sul web, così come piace a lui e via col governo. Il problema è che a Grillo gli lo si può criticare per molte cose, ma di certo non è un coglione che si sputtana tanto facilmente. Vi chiese di rinunciare ai finanziamenti, ma voi no! Sempre con lo vostre “idee”, testa bassa e i propri interessi al primo posto. Ora come ora a voi del PD non affiderei neanche più il mio cane, figuratevi se penso che possiate guidare un paese. Dopo il primo no di Grillo, con l’elezione del Presidete della Repubblica, vi si ripresenta la possibilità, stavolta ancora più concreta, di cominciare la tante desiderata collaborazione con il M5S. Proprio ora che Grillo si era ammorbidito e apre le porte a un governo voi che fate? Vi accordate col Pdl e candidate Marini. Vorrei entrare nelle vostre menti per capire se tutto ciò ha una logica o sono solo strategie di palazzo su cui noi comuni cittadini è anche inutile che ci arrovelliamo. Avete cercato disperatamente Grillo e quando lo avete avuto li, e tra voi e lui c’era solo il voto di Rodotà, avete detto no, ora andiamo dal Pdl.

Col Pdl, ma come?

Schermata 2013-04-21 a 13.57.01

Tutto inizia a essere più chiaro quando capisci che voi non parlate perchè in quella cosa ci credete davvero o perchè lotterete fino allo stremo per raggiungere un obiettivo. Voi parlate in base a quello che vi conviene dire in quel giorno, anzi in quel momento. Non avete nessuna difficoltà a tornare sui vostri passi, a cambiare direzione e a smentirvi spudoratamente. Non avete questo occhio di riguardo ne verso voi stessi, ne verso i vostri elettori. Non siete dentro un sistema come ho sempre pensato, ne siete schiavi e padroni allo stesso tempo, come un tossico lo è della droga. Non sapete più guardare al volere del singolo, avete sventrato questo paese per poi ripartire dal punto di partenza, tutto uguale a prima. Più o meno come ribaltare e distruggere casa tua per poi rifarla praticamente identica, se non peggio. Ancora una volta non avete saputo guardare più in là del vostro naso, non avete minimamente preso in considerazione nessun tipo di sgomento e indignazione che il popolo ha cercato di trasmettervi. Questo pensiero è dedicato alla Finocchiaro che non sentiva le urla dalla base: “non lo fate! non lo fate!” E lei rispondeva: “non capisco cosa vogliano questi signori” Mia cara Anna la base sono quei milioni di Italiani che vi hanno votato e chi vi ci hanno messo li, che volevano spalancare le porte a una nuova politica e al cambiamento, sono quei milioni di italiani che ancora una volta vi hanno creduto e di cui ancora una volta non avete tenuto conto. La cosa che mi preoccupa davvero è che in una logica politica, e senza nessun tipo di pregiudizio nei confronti di nessun partito, stavolta il Pdl è stato più coerente e sicuramente più serio di voi. Riuscire a sfigurare rispetto al Pdl devo dirvi che non è un gioco da ragazzi. Vuol dire che ogni cazzata che avete detto e fatto è stata ben preparata, una logica suicida portata avanti attentamente. Il vostro fallimento è davanti agli occhi di tutti e purtroppo non avete e non avrete mai la stessa furbizia e faccia tosta di Berlusconi per poter recuperare alle immani cazzate commesse. Siete riusciti a proporre due Presidenti e a non votarli. E’ come mandare un messaggio a una ragazza con scritto:

“Martedi apre un ristorante da paura a fiumicino, io non ci posso andare. Mi dispiace, alla prossima!”

La ragazza giustamente guarda il cellulare sbigottita, cancella per sempre il tuo numero dalla rubrica e poggia il telefono sul comodino in religiosissimo silenzio. Tu in lei non hai suscitato nessun tipo di emozione, neanche negativa. Ciò fa di te una persona ancora più piatta e triste che non sa trasmettere niente, se non indifferenza.

Ecco voi siete questo, piatti. Non riuscite a trasmettere nulla che non sia indifferenza.

Detto ciò caro PD mi congratulo, mi congratulo per ogni singola mossa sbagliata e insensata che compiete da anni. Mi congratulo perchè ogni volta che avete la possibilità di togliere di mezzo Berlusconi non vi azzardate a farlo. Mi congratulo con le frasi di Bersani: “Arriva lo squadrone, smacchiamo il giaguaro.” Mi congratulo per tutto il lavoro svolto dalle Primarie fino ad oggi. Perdere elettori giorno dopo giorno con tanta costanza e regolarità è veramente roba da maestri. Mi congratulo per la vostra sicurezza e la vostra leggerezza nei confronti di un uomo, Berlusconi, che da vent’anni vi riggira, comanda, deride e ammutolisce come meglio crede. Ha fatto una carneficina di leader di sinistra e l’unico che in vita sua è riuscito a sconfiggerlo, Prodi, prima lo avete spedito all’estero e poi neanche riuscite ad eleggerlo Presidente. Mi congratulo per la vostra organizzazione partitica, strategia politica e per il vostro carisma nel trascinare il popolo verso il baratro. Mi congratulo per tutto questo e molto altro. Mi congratulo, ma provate ancora a mandarmi un’email e potrei seriamente diventare irascibile e pericoloso nei confronti vostri e dei 6/7 elettori che vi sono rimasti.

Addio, vi auguro il peggio!

Annunci

2 thoughts on “Lettera al PD

  1. hedrok35 ha detto:

    Dovremmo veramente diventare “irascibili e pericolosi” nei confronti di questa gentaglia. Ma come fare? Noi, il popolo; siamo stati castrati e rimbecilliti da venticinque anni di manipolazione televisiva. Noi, le pecore, aneliamo di essere sbranati. Peggio ancora sono consapevole che sarò sbranato non da un nobile animale come il lupo, ma da una banda di rospi puzzolenti.

    • ilpolirico ha detto:

      Dici bene hedrok, per quanto mi riguarda l’unica cosa da fare per riuscire a sopravvivere in questo enorme merdone è essere sempre informati, curiosi e affamati di sapere, senza fermarci alle prime impressioni e alle prime cose che sentiamo dire in giro. Sapere e avere comunque un punto di vista personale, qualunque esso sia, ti eleva più quanto una possa pensare. Il peggior nemico del potere è la conoscenza. Spegniamo la Tv e accendiamo il cervello!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Segui la Polirica!

Segui assieme ad altri 275 follower

The Versatile Blogger

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: