Contro natura

11

6 novembre 2013 di ilpolirico

Pensare sia giusto che in Italia i preti e le suore, non possano sposarsi né praticare quell’antica arte del corpo chiamata sesso, è un concetto stupido. Stupido come quei negozi di vestiti che per qualche strano motivo, colmi di luci psichedeliche, sparano a tutto volume nelle orecchie del cliente, l’ultimo singolo di LMFAO. Capisco che per avere il coraggio di comprarsi quegli attillatissimi maglioncini a collo alto da omosessuali, che mettono in mostra anche il più lieve inturgidirsi dei capezzoli, sia necessario quantomeno aver assunto un’adeguata dose di MDMA, o essere omosessuali. Rimane il fatto che la trovo comunque una cosa piuttosto sciocca. Lo dico perché questa costrizione religiosa, entra inesorabilmente in contraddizione col disegno dell’onnipotente. Se è vero che siamo stati creati per riprodurci e proliferare, dovendo cercare di perfezionare la creazione di dio, non capisco perché proprio i seguaci, quindi coloro i quali debbano diffondere tale verbo, siano costretti al voto di castità.

aproparentesi.Sicuramente noi essere umani sulla terra non stiamo facendo un gran lavoro, ma anche lui poteva dedicare un pò più di 7 giorni alla creazione di questa baracca. Siamo seri, in 7 giorni non riesci a montare neanche BILLY, la cazzo di libreria dell’Ikea.chiudoparentesi

Comunque, pensare che coloro i quali ricevono la chiamata dall’altissimo, uomini o donne che siano, nel medesimo istante dovessero accettare, si trovino oltretutto costretti ad adempiere al voto di castità, è una cosa molto triste. Lo dico perchè io, quando ricevo una chiamata, spero sempre che dall’altra parte ci sia una donna, che pronunci più o meno le seguenti parole:

“sai… fumavo della super skank, e pensando a te mi sono eccitata a tal punto da legarmi al letto. Prima però ho applicato un bavaglio sulla mia bocca, cosicché tu possa possedermi senza che io dico nulla prima, durante, nè tantomeno dopo. Lo stereo suona “you shook me all night long” degli AC/DC. Ti aspetto!”

Tralasciando il particolare che purtroppo non ho mai ricevuto una chiamata del genere, io naturalmente non faccio testo. Poiché sin dall’adolescenza, sono stato avverso al trittico padre figlio e spirito santo, in quanto decisamente più attratto dal trittico, sesso droga e rock n’ roll.

Per quanto mi riguarda, nessun dettame religioso dovrebbe permettersi di negare e di metter bocca su un istinto primordiale quale il sesso. Tanto meno un istituzione che non sa nulla a riguardo. Come se tutto ad un tratto la Gelmini si mettesse a parlare di politica, sarebbe un controsenso. Un essere umano senza sesso, sarebbe come Simon senza Gurlfunker, come Tom senza Jerry o come Fabio Volo senza ovvie banalità. Negare a qualsiasi essere umano di fare sesso è cosa stupida ed umanamente irrealizzabile. Se parliamo di sesso, noi essere umani non siamo poi così diversi dagli animali. L’unica cosa che ci distingue da quest’ultimi, è l’autoerotismo. Infatti la masturbazione è una fortuna che troppo spesso sottovalutiamo, e di cui scordiamo l’immensa importanza. Infatti, nel caso fossimo sprovvisti di un partner con cui soddisfare i nostri bisogni sessuali, la masturbazione evita che si verifichino quelle spiacevoli molestie di cui troppo spesso sentiamo parlare. Come gli uomini che si fiondano a mò di stantuffo non appena la donne si scosciano ai primi soli primaverili, o come le donne che si buttano a gambe aperte sul primo coglione con i capelli copiati a Borriello. Questo per dirvi che se pensate di masturbarvi a dovere, non è così. Fatelo più spesso, uomini e donne.

Tornando a quelli che non potrebbero trombare. Poi ci stupiamo e ci indigniamo, se a un prete gli diventa più duro che a un leghista che vede affondare un gommone di immigrati, quando scorge un chirichetto chinarsi per raccogliere l’ostia che, lo stesso prete, ha lasciato sbadatamente cadere a terra.

La chiesa, come del resto la politica, in Italia è palesemente rimasta ancorata a una moltitudine di retrogradi temi come l’aborto, l’eutanasia, il divorzio, l’uso del preservativo, l’omosessualità, ecc… Temi in cui non credono neanche più, ma dei quali non possono privarsi, per tenersi stretta una clientela sempre meno partecipante. Il bigottismo perpetrato negli anni dal cattolicesimo, non fa che tenere bloccata l’evoluzione del nostro paese, in quanto società che necessita da anni un’iniezione endovena di pensiero progressista. La questione veramente riluttante, è l’arroganza di voler estendere e inculcare il proprio credo e modo di vivere, al mondo intero. Come se esistesse una verità assoluta e un solo modo giusto di agire e pensare. Per cosa poi? Per prepararsi a una vita dopo la morte tra le nuvole, fatta di privilegi e di angeli che suonano l’arpa e che intonano sonetti celesti? L’unica cosa che accadrà ai nostri corpi dopo la morte, sarà decomporsi e andare in putrefazione all’interno di una bara pagata dai nostri cari, minimo 5.000€. Il che oltre tutto mi sembra un spreco incredibile. Sarebbe come vomitare e defecare contemporaneamente su un tappeto persiano che tua nonna ha acquistato, in una di quelle televendite più false delle labbra della Santanchè.

Da quello che si sente dire in giro, ora il Vaticano sta cambiando rotta. Questo solo per l’arrivo di Papa Francesco. Sicuramente il nuovo pontificato ha mostrato una maggiore propensione verso l’umiltà, la sobrietà nonché una visione del mondo meno ottusa. Ma non per questo Bergoglio, potrà irrompere in ogni casa di dio per cogliere sul fatto un prete che sta dicendo a un bambino di cercare la questua nei suoi pantaloni. Questo per dire che trovo utopico, soprattutto in questo angosciante periodo storico di stallo, che la chiesa sia pronta ad un passo così coraggioso e radicale. Dal canto mio, non sarebbe che un semplice atto di buon senso nei confronti dell’essere umano, capisco che per altri invece, potrebbe risultare rivoluzionario.

Sono solo due le differenze sostanziali del cattolicesimo degli ultimi 30 anni, e si stanziano proprio a cavallo tra gli anni ’90 e il nuovo millennio.

La prima, sono gli strumenti utilizzati per stimolare la fantasia durante la masturbazione. Ora naturalmente c’è internet. Negli anni ’90 invece, i preti si masturbavano sulle puntate registrate e meticolosamente catalogate, dello zecchino d’oro.

La seconda riguarda il metodo con cui preti e compagnia bella, ammiccano i pargoli. Negli anni ’90 lo facevano gettandosi in quelle vasche di palline colorate nei centri commerciali, dove i bimbi si divertivano ad attendere le mamme che finivano di fare la spesa. Ora si imbucano ai concerti dei Jonas Brothers, fingendo di essere genitori in attesa dei figli, con le tasche piene di preservativi al gusto di ananas e lampone.

Annunci

11 thoughts on “Contro natura

  1. ironiaprimaditutto ha detto:

    Anche io trovo molto estrema la regola della castità, regola che è stata introdotta in un secondo momento nella chiesa, visto che fino al medioevo ai preti era consentito sposarsi e metter su famiglia. Perché si è scelto di cambiare non saprei.
    La chiesa negli ultimi tempi lamenta il fatto che le “chiamate” si siano ridotte tantissimo, non vorrei essere troppo perentoria e sicura di me, ma penso che quello della castità sia uno dei motivi più “frenanti”. Cioè parliamoci chiaro: uno stipendio garantito, una platea che pende dalle tue labbra, posti d’onore a feste patronali e a spettacoli di paese, conoscenza dei cazzi di tutti quelli che vengono a confessarsi…un sogno!….ma con una clausola finale del genere chi non attaccherebbe il telefono fingendo che non c’è campo?

    Ciao!!

    • ilpolirico ha detto:

      Dici bene… è un po’ come se si cominciasse a reclutare parlamentari italiani con una clausola che vieta di dire puttanate e di attingere dai soldi pubblici. Sai che esodo. Comunque anni fa durante un interrail in europa, a Vienna sono capitato in casa di preti seminaristi. Ti assicuro che in confronto Briatore è tipo il barbone bielorusso del mio quartiere. Ho dato più di un’occhiata al tuo blog. Non male proprio. Sei forte. Fai ridere. Scrivi bene. Complimenti. Ciao!

    • ironiaprimaditutto ha detto:

      Grazie!
      i tuoi post si fanno leggere uno dopo l’altro, strappano un sorriso anche se trattano temi non proprio facili.
      Mi piace.

  2. Se non vado errata Pietro era sposato quando divenne un un seguace di Cristo., ma se non è cosi come mi sembra ..” Errata corrigere”

    • ilpolirico ha detto:

      e pensare che io ho scritto questo sproloquio, ignaro di tutto ciò! pensa se l’avessi saputo!

      • Tu non hai scritto uno sproloquio, sono io che mi ricordavo di avere letto che quando Pietro pescatore conobbe Gesù , fosse un tantino recalcitrante all’inizio e mi sembra di ricordare che fosse anche sposato. Mi sembra…. Comunque non mi sembra invece che Gesù avesse messo il veto del matrimonio ai suoi seguaci, forse, poi, chi ha cominciato a unirli in comunità o più tardi qualcuno avrò supposto che fosse era meglio che fossero liberi nel loro esercizio pastorale dalla famiglia; del resto anche Platone riteneva che sia i filosofi che i guerrieri non dovessero essere sposati. , : Forse la tua risposta è ironica, forse no , Ma comunicare i pensieri e le notizie è sempre una buona cosa. anche quando non…grazie per aver risposto : Comunque sappi che l’uomo lo può “prendere ” e tenere a bada per “fame ” e per sesso” e su questi bisogni naturali necessari il” potere” fonda sempre e in tutti i tempi il suo potere….Comunque io personalmente li farei sposare …..se lo volessero

    • ilpolirico ha detto:

      La mia risposta era ironica nel senso… se avessi saputo che il buon Pietro era sposato, avrei usato questa nozione per rendere ancora più fondata la mia critica. Comunque dici bene: “…comunicare i pensieri e le notizie è sempre una buona cosa…”
      Anzi direi, cosa buona e giusta! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: