Social.Dialettica#3 – Telegatti

Lascia un commento

28 novembre 2013 di ilpolirico

Sapete cosa hanno in comune un negozio di cinesi in Via Vittorio Emanuele, Roberto Saviano, Vittorio Sgarbi  e un pesce ritardato?

Assolutamente nulla, ma possono benissimo trovarsi nella stessa conversazione!

D: bella mastro!

S: ciao compà! che si dice? Sempre chiuso in casa causa pioggia?

D: e come ti sbagli. meno male che c’è la Rai… a proposito, hai visto che roba ieri su Rai1?

S: no, non ero a casa…

D: come noooooo?!?!

S: sono uscito con una cinesina amica di Mutumbu, il mio coniquilino. Siamo andati a cena in un ristorantino del posto che ho trovato su ‘megusta.do’(na specie di groupon). una bettola vicino casa mia, si chiama “sangre de pollo “. Fanno pollo in tutte le salse con contorno di riso e fagioli. Calcola che e’ un ristorante bio. uno di questi moderni (un radical chic domenicano azzerderei). tengono i polli in gabbia in esposizione. Tu vai, scegli il tuo, e loro tentano di sgozzarlo e spennarlo a colpi di machete…

D: tentano?

S: si, dico tentano perchè i polli sono talmente imbottiti di ormoni che sono alti due metri, c’hanno il tira pugni e il crocifisso d’oro al collo. ogni volta che inizia la lotta col cuoco è una battaglia all’ultimo sangue, alla fine ne rimane uno solo. ti stupirebbe sapere quante volte i polli ti servono cuochi dominicani in agrodolce.

D: quando si dice dieta mediterranea… con la tipa?

S: bella serata, certo che ste cinesi ti sono davvero troppo grate, oltre ogni immaginazione.

D: ???

S: le ho pagato la cena (costata 6 euro e 30 in tutto, abbiamo mangiato due chili di cuoco, per contorno l’indice impanato della mano destra di un cassiere e due bottiglie di vino) e lei prima di darmela, ha voluto per forza cucirmi un paio di nike su misura e intestarmi un negozio a Vittorio Emanuele…

D: da paura. che cosa venderai?

S: di tutto! mi aiuterà il fratello, Chan, esperto assemblatore di Samsung Galaxy e non solo. lui e’ per la diversificazione, per abbassare così il rischio d’impresa. oltre ai cellulari tarocchi pare abbia contatti per vendere forcine per capelli, merli parlanti, ipad della chicco, lassativi per foche, le chiave dell’oscuro cancello di Moria e renziani

D: coi renziani hai svoltato… de ‘sti tempi vanno via che è una meraviglia!

S: eh si, finalmente l’interazione intercul-turale inizia a produrre i suoi frutti. piuttosto, sto programma sulla Rai? lo sai che non pago il canone dai tempi di Ciampi. non posso manco andare sul sito, che c’ho l’ID sotto controllo.

D: è vero mi scordo sempre… comunque è stato l’evento televisivo dell’anno. Uno share del 25%!!! 

S: minchia! La Rai non fa sti ascolti dai tempi di “domenica in”  con Paolo Limiti. 

D: eh già… faccia a faccia tra Sgarbi e la sua storica, odiata, onnipresente rivale. arbitro dello scontro, nientepopodimenoche, Tiberio Timperi!!!

S: ma che staia a dì?!?!? E con chi se l’è vista Sgarbi, la Bindi?

D: molto di più

S: Travaglio?

D: ma no…

S: Grilloooo!?!?

D: esagera!

S: mi arrendo.

D: LA CAPRA!!!

S: ma la Mussolini o quella vera?

D: proprio l’originale!

S: badaaaa, la stessa con cui l’hanno beccato a scopare nei campi quando era sindaco di Salemi in Sicilia??

D: ma noooo! quella con cui insulta tutti da anni. Lei l’ha pubblicamente sfidato, dice che era stufa di essere chiamata in causa da un umano come Sgarbi!

S: dev’essere stato qualcosa di pazzesco…

D: non e’ finita qui… c’era una schiera di opinionisti di tutto rispetto, tre passi nel delirio: Carlo Conti, Mara Maionchi e Paolo Fox.

S: estremo, c’ho la pelle d’oca… qual è stato l’apice dello scontro?

D: dopo il solito sproloquio del vittorionenazionale a un certo punto la capra si è alzata e ha cominciato a gridare: SGARBI, SGARBI, SGARBI! standing ovation del pubblico.

S: hai pianto? 

D: si, lo ammetto… c’era il pubblico delle grandi occasioni. sai tipo quello triste di Ballarò, pagato a cottimo che perde l’ultimo scolo di dignità applaudendo Gasparri? puoi immaginare com’è andata a finire, è stato un momento di televisione altissimo.

S: m’immagino… ma il pubblico era tutto per Vittorione voglio sperare?

D: insomma, dalla parte della capra c’erano molti giovani di sinistra a rota con Brignano e che leggono Fabio Volo

S: e dalla parti del mitico Vittorio?

D: i suoi cugini venuti dall’Abruzzo e un pesce ritardato  

S: poro Sgarbi, non se lo incula più nessuno… io mi sarei messo dalla parte sua. infondo l’ho sempre stimato, dice un sacco di cose giuste.

D: ma che cazzo dici? Sgarbi sta fuori di testa!

S: guarda che quando non urla come una sedicenne che partorisce Giuliano Ferrara esprime pensieri alti, basati su concetti concreti, figli di acute riflessioni… poi non ci dimentichiamo che è il più grande critico d’arte italiano!

D: ma che cazzo vuol dire? anche io passo un’ora a scegliere il porno su cui sollazzarmi, ma ciò non implica che sia il Riccardo Schicchi de noartri

S: che minchia di paragone è?

D: non lo so… però dimmi una sola cosa intelligente detta da Sgarbi!

S: ora come ora non mi viene in mente niente… e comunque tu sta’ zitto che ti piace Saviano!

D: embè! che vuoi fare il confronto? Saviano è un eroe. è perseguitato dalla mafia!!

S: ma ancora co’ sta cazzata!! non l’hai sentito Alfano a “che tempo che fa?” la mafia non esiste!! E’ un’invenzione di quell’invidioso millantatore di Santoro per perseguitare Berlusconi.

D: e perché si dovrebbe esser inventato tutta sta roba?

S: da quello che lessi su “Chi?” Santoro nel ‘95 chiese a B. di intercedere per suo conto affiche’ gli arrangiasse un appuntamento ‘al buio’ con la giovanissima D’Addario Patrizia… Berlusconi per dispetto gli inviò la Bindi !!!

D: da panico! ma quindi la mafia è una di quelle leggende italiane che ci hanno propinato per anni… tipo la Basilicata?

S: bravo, vedi che ci siamo!

D: sulla mafia ci sto, ma la Basilicata perché?

S: per dare un senso alla ventresca e al cacioricotta.

D: aaaaaah!!!

S: tornando a Saviano, ti pare che un perseguitato dalla mafia scrive su feisbuk dove si trova e dove si sta recando? Ci manca solo che si stenda in autostrada su un letto di patate con una mela in bocca.

saviano3

 

 

 

 

 

 

 

 

D: beh si, non è proprio furbo!

S: dai su, poi guarda che tuit…

saviano2

 

 

 

 

 

D: ammazza che cojone!

S: poi secondo il suo ultimo libro, ZeroZeroZero, il mio portiere, la mia cartomante, mio padre, la signora Itala del secondo piano con l’alzheimer e l’infermiera che sta cambiando il catetere di mio nonno, si fanno tutti di cocaina!

D: a zii, il tuo portiere, la tua cartomante, tuo padre, la signora itala con l’alzheimer e l’infermiera del catetere, si fanno de cocaina! Gliela vendi tu. Quella stessa coca che nascondi nel brunetta da giardino…

S: si ma ti volevo vedere a te… la gente non arrivano alla fine del mese. se non venderei la roba potessi essere in mezzo fuori a una strada.

D: ma come cazzo parli?

S: scusa, c’era Razzi a tg parlamento.

D: senti amico ti saluto… un irlandese mi ha invitato a casa sua per bere un wiscaccio! Poi cercheremo la pentola piena d’oro scaccia folletti.

S: ma sono le undici di mattina!

D: paese che vai usanze che trovi! e poi senza wischi la pentola non la vedi… e manco i folletti!

S: mah… se lo dici tu. io mi faccio due spaghi, mi scarico l’ultima dei Club Dogo e imparo le mosse. Così quando torna Mutumbu gli metto una parrucca e riproviamo i passi insieme.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: